15
03 | 18

La stampante tuttofare conquista i fondi Ue

Link: http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2017-06-29/la-stampante-tuttofare-conquista-fondi-ue-140901.shtml?uuid=AEqoLUoB&refresh_ce=1

Siamo orgogliosi del risultato, ora sta a noi mettere a frutto queste risorse». Giovanni Benassi è giustamente soddisfatto. Le cifre in gioco sono già importanti in valore assoluto, visto che si tratta di 1,6 milioni di euro, ma ancora più rilevanti se parametrate alla stazza di TopJet, Pmi di Fiorano Modenese da 40 addetti e dieci milioni di ricavi .

Le risorse in arrivo, a fondo perduto, sono state conquistate all’interno del programma Horizon 2020, fondi erogati da Bruxelles per sostenere l’innovazione tra le Pmi.

Il progetto, che ha conquistato i fondi previsti per la fase due del programma, prevede la costruzione di una nuova stampante industriale, il cui valore aggiunto sarà in particolare legato alla flessibilità di utilizzo.

«L’unicità di questo modello - spiega l’imprenditore - è legata sia alla velocità che alla enorme versatilità, con la possibilità di stampare da più posizioni con diversi tipi di materiale. Questo consentirà alle aziende di personalizzare in modo molto più marcato il proprio packaging lavorando in modo efficiente anche per lotti ridotti: crediamo che il mercato ci darà ragione perché c’è bisogno di una tecnologia di questo tipo».

Il piano di sviluppo prevede infatti una ulteriore crescita dimensionale in termini di organico, almeno otto unità nel prossimo triennio, con target di fatturato ancora da esplorare. «Dipenderà molto dalla dimensione dei prodotti richiesti - spiega Benassi - perché a seconda del numero di teste di stampa si potranno avere macchine da qualche decina di migliaia di euro e altre che potranno superare i 200mila euro».

L’azienda, nata nel 1990, ha imboccato negli ultimi anni un percorso di crescita deciso, arrivando a raddoppiare addetti e ricavi dal 2010 ad oggi. Il business è quello dei sistemi di stampa, a cui si aggiungono sistemi di codifica ed etichettatura, tra cui i codici a barre, mediamente il 10% dei ricavi è destinato a innovazione e sviluppo. Il mercato di riferimento è misto, composto sia da integratori di sistemi che da clienti finali, che spaziano all’interno di diversi settori produttivi.

All’interno dell’ultima “call” TopJet è fortunatamente in buona compagnia, con l’Italia in grado di conquistare complessivamente dieci progetti, alle spalle della Spagna (15). Nel bilancio globale del programma Horizon 2020, per la sezione dedicata alle Pmi, l’Italia ha conquistato nella fase due (quella più robusta) 81 progetti (al secondo posto dietro alla Spagna, a quota 147), ottenendo risorse per 93 mili0ni di euro.