15
03 | 18

Finanziamenti Ue per 4 modenesi

Cronaca - Gazzetta di Modena 6 Aprile 2016

I progetti di 4 aziende modenese sono stati finanziati grazie allo SME (Small Medium sized Enterprises) Instrument del programma Horizon 2020, dedicato a ricerca e innovazione. Aster, consorzio della regione Emilia-Romagna per l'innovazione e la ricerca industriale, analizzando i dati dell'Agenzia esecutiva europea per le pmi (Easme) ha rilevato che l'Emilia-Romagna è seconda in Italia con 35 progetti (37 beneficiari), preceduta solo dalla Lombardia (78 progetti approvati e 91 beneficiari).

Le quattro aziende modenesi sono Archon Technologies di Spilamberto con il progetto Ads Project, Def spa di Fiorano (progetto Bioceramink), Manfredini & Schianchi di Sassuolo (progetto Slight Granulation) e Topjet srl di Fiorano (progetto Suppleprint). Modena, con 4 progetti finanziati, è fra le province più prolifiche della regione alle spalle di Bologna, che ha 21 progetti. «Questi dati testimoniano l'innovatività della nostra regione - afferma Paolo Bonaretti, d.g. Aster - e sono anche il risultato di un ecosistema che garantisce supporto alle pmi interessate a fare ricerca, sviluppare nuovi prodotti e nuove tecnologie». A livello regionale gli ambiti col maggior numero di progetti finanziati sono nanotecnologie (11), eco-innovazione (9) ed efficienza energetica (6). Bologna primeggia per nanotecnologie (7), efficienza energetica (4) ed eco-innovazione (4) dove anche Ferrara (2) e Modena (2) sono state fra le più

Lo SME Instrument è uno schema di finanziamento del programma Horizon 2020 che è stato pensato per le piccole e medie imprese innovative che intendono sviluppare delle innovazioni (di prodotto, di servizio, di processo e di business model) per accrescerne la competitività sui mercati internazionali.